Holiday House Offer: Panorama

Rent from privat to privat.

Holiday House Offer :

Pillole di Storia...I primi insediamentiPillole di Storia...I primi insediamenti

Le popolazioni originarie di Pantelleria non provenivano dalla Sicilia, ma erano di origine iberica o iberico-ligure. La prima presenza umana sembra attestata al 5000 a.C., ed è rimarcata dall'estrazione ed esportazione dell'ossidiana che si svolgeva nell'isola.

Pillole di Storia...Mursia e i 'Sesioti'Pillole di Storia...Mursia e i 'Sesioti'

Il primo insediamento degno di tale nome è il villaggio fortificato di Mursia, dell'Età del Bronzo ( circa 2000 a.C.), traccia importante della presenza di uno dei cosiddetti 'popoli del Mare' , denominato i Sesioti, che colonizzò l'isola. Importanti resti anche di abitazioni comuni e soprattutto di un particolare tipo di grandi tombe, dette i 'sesi', costruite in pietra lavica a secco a forma tondeggiante con cunicolo di ingresso. Molte di queste sono state nel tempo riutilizzate per abitazione, e quindi danneggiate archeologicamente, ma ne rimane una in ottimo stato. I Sesioti vi si insediarono a scopo commerciale in quanto l'isola essendo vulcanica aveva grandi quantità di ossidiana, una pietra vetrosa vulcanica ricercata in tutto il Mediterraneo per farne arnesi da taglio.

Pillole di Storia...Le origini del nomePillole di Storia...Le origini del nome

Dopo un considerevole lasso di tempo, durante cui l'isola rimase probabilmente disabitata, nel territorio si fanno notare diverse costruzioni di epoca punica, fra cui alcune cisterne, nonché tombe ed altri manufatti di terracotta. Il nome di Pantelleria, in arabo Ghusiras dal greco Cossyra o Koxyra, deriva forse dai Vandali che dal V sec. d.C. la chiamarono 'Patellaria' per la produzione di ceramica in terracotta refrattaria che si fabbricava sull'isola sin dal periodo punico.

Pillole di Storia...L'occupazione RomanaPillole di Storia...L'occupazione Romana

I Romani occuparono l'isola nel 255 a.C. ma la persero l'anno successivo per poi rioccuparla nel 217 a.C.

Durante il periodo imperiale vi vennero esiliati importanti personaggi politici. Questo è per Cossura (così i Romani ribattezzarono Pantelleria) un periodo di grande prosperità e ricchezza destinato però a svanire con la crisi dell'Impero Romano nel 439, anno in cui Pantelleria diviene terra di conquista per i Barbari, tra i quali proprio i Vandali.

Pillole di Storia...L'insediamento AraboPillole di Storia...L'insediamento Arabo

Nel 700 la popolazione cristiana venne sterminata dagli Arabi, i quali si insediano stabilmente sull'isola favorendo l'inserimento di popolazioni berbere del Nord Africa. Quest'ultimi sono sicuramente coloro che a Pantelleria hanno lasciato i segni più tangibili del loro passaggio: da una vera e propria Kasbah nel centro abitato di Pantelleria, parzialmente distrutta durante la guerra dai bombardamenti americani, ai nomi delle contrade, dalle case tipiche “dammusi”, ai modi di vivere.

Con gli arabi l'agricoltura diviene attività economica prevalente, con l'introduzione di nuove piante tropicali, come cotone e canna da zucchero, accanto alle tradizionali colture mediterranee uva, olive e carrube.

Bent al-Ryon “Figlia del vento”, così viene conosciuta Pantelleria nel mondo arabo, diviene in quel periodo campo neutro in cui convivono pacificamente musulmani e cristiani, i primi retti da un prefetto musulmano, i secondi da un governatore siciliano, entrambi di nomina del re di Sicilia.

Pillole di Storia...Dai Normanni al Regno d'ItaliaPillole di Storia...Dai Normanni al Regno d'Italia

Nel 1123 i Normanni sbarcano a Pantelleria, per annetterla al Regno di Sicilia e vi costruiscono il castello “Barbacane”, ad essi seguono gli Svevi, gli Angioini e gli Aragonesi. Quest'ultimi determinano un nuovo flusso di immigrazioni testimoniato dai nomi di molte famiglie locali, chiaramente di origine spagnola: Ferrandes, Errera, Belvisi, etc

A seguito del trattato di Utrecht del 1713, Pantelleria passa sotto casa Savoia ed in seguito sotto gli Austriaci per poi passare sotto i Borboni. Nel 1734 l'isola diventa uno degli undici porti militari di Sicilia.

Nel 1861 Pantelleria viene annessa al Regno d'Italia e da questo momento in poi la sua storia, è legata alla storia d'Italia. Un ruolo particolarmente importante riveste l'isola durante la seconda guerra mondiale, per la sua posizione strategica al centro del Mediterraneo.

Pillole di Storia...La Grande Guerra sulla piccola isolaPillole di Storia...La Grande Guerra sulla piccola isola

Già nella seconda metà degli anni 30 l'isola comincia ad essere preparata alla guerra con la costruzione dell'aeroporto e di una fitta rete stradale, ad opera del governo fascista.

La vera e propria guerra inizia, però, a Pantelleria solo nel giugno del 1942 con la famosa Battaglia di Pantelleria;

l'8 maggio del ‘43 la liberazione dell'Italia dal fascismo inizia proprio da Pantelleria con quello che è passato alla storia come il più massiccio bombardamento americano di tutta la guerra, nonostante la scarsa controffensiva, della quale gli americani erano probabilmente a conoscenza.

Gli anglo-americani sganciarono su Pantelleria una cornucopia di bombe, in particolare sull'aeroporto e sul centro urbano, (quest'ultimo quasi completamente raso al suolo) per preparare lo sbarco delle truppe nell'ambito di un'operazione anfibia chiamata Operazione Corkscrew.

Da quel giorno fino all'11 giugno i panteschi vivono giorni ineffabili. Alcuni panteschi lasciano l'Isola usufruendo di aerei che riescono ad atterrare, la maggior parte si rifugiò negli hangars o nelle grotte o nelle campagne.

Dopo 35 giorni di bombardamento, Pantelleria vede sventolare sul colle di Sant'Elmo la bandiera bianca, segno di resa e di guerra finita.

<<< Previous <<<
BdP Garden BdP Garden

PantelleriaPantelleria

www.pantellerialink.com